COME EVITARE GLI ADDITIVI ALIMENTARI

come evitare gli additivi

Se avete timore degli additivi alimentari a causa degli eventuali peri­coli o effetti cumulativi dannosi a lungo termine, potete correg­gere le vostre abitudini alimentari per fare in modo di evitarli. Come?

Mangiate quantità maggiori di cibi freschi e ridu­cete quelli preparati, così da diminuire anche l’assunzione di additivi.

Ricordate però che i cibi privi di conservanti sono più facilmente soggetti alla contaminazione batterica.

È necessaria pertanto una cura particolare nella conserva­zione e nella preparazione di questi alimenti per evitare un’ intossicazione alimentare.

Imparate a conservare corret­tamente i cibi freschi e rileggete il manuale d’istruzioni del frigorifero.

Forse, ma non necessariamente, dovrete spen­dere più tempo nella spesa.

La spesa per l’acquisto di verdure coltivate in modo biologico può essere compen­sata dal risparmio sull’acquisto di torte, biscotti e pietanze pronte.

Il tempo impiegato nel fare la spesa con maggiore frequenza per procurarsi alimenti freschi, che si conser­vano per periodi più brevi, potete recuperarlo utilizzando  alimenti da consumare crudi e quindi riducendo il tempo necessario per cucinare.

Acquistando pesce fresco o tagli poco costosi di carne, si spende meno che com­prando pietanze già pronte e si può migliorarne il sapore utilizzando spezie ed erbe aromatiche.
Se si escludono carne fresca, pesce, frutta e verdura, si possono acquistare frutta e verdura in scatola senza addi­tivi, cereali e biscotti.

Il riso, la pasta e i legumi sono in genere privi di additivi, così come molti tipi di yogurt e formaggi.

In commercio potete trovare anche hamburger, pesce in scatola e piatti pronti surgelati senza additivi.

Il crescente interesse dei consumatori nei riguardi di prodotti coltivati organicamente e di abitudini più sane ha indotto i produttori a cercare alternative agli additivi; soprattutto le grandi catene di supermercati sono orien­tate a procurarsi ciò che un numero sempre maggiore di clienti richiede e a offrire linee di prodotti che non conten­gono particolari categorie di additivi, come per esempio insaccati senza conservanti.

Anche il controllo dell’elenco degli ingredienti ripor­tato sulle etichette dei prodotti è un buon metodo per evitare gli additivi.

Prendete nota dei nomi e dei numeri di codice degli additivi che volete evitare e portate con voi gli appunti quando andate a fare la spesa.

Ci metterete un po’ di tempo prima di completare una lista esauriente degli alimenti accettabili; in ogni caso, per ottenere ulteriori informazioni, potete rivolgervi alle associazioni di consumatori.

A COSA SERVONO GLI ADDITIVI ALIMENTARI?
LO SAPEVI CHE GLI ESTRATTI NATURALI POSSONO ESSERE PERICOLOSI ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi