COME SUPERARE L’EIACULAZIONE PRECOCE

eiaculazione precoce tecnica compressione

EIACULAZIONE PRECOCE – In seguito all’esecuzione della tecnica della compressione, potrete raggiungere il controllo  e questo darà nuova fiducia alla coppia.

Il passo successivo della terapia della compressione consiste nell’introdurre il pene nella vagina senza spingere.

L’uomo si sdraia sulla schiena e la donna si mette cavalcioni sopra di lui, appoggiandogli le mani sulle spalle e mettendo le ginocchia da una parte e dall’ altra del suo torace, all’altezza dei capezzoli.

Il corpo della donna dovrebbe essere inclinato con un angolo di 45 gradi rispetto a quello dell’uomo, in modo da poter far scorrere facilmente la vagina sul pene eretto del compagno, aiutandosi eventualmente anche con la mano.

A questo punto la coppia resta ferma così anche per venti minuti.

Se a un certo punto l’uomo sente che sta per eiaculare, la donna deve staccarsi immediatamente ed eseguire la compressione finché lo stimolo non è passato. Poi ricomincia a stimolare il pene e lo introduce di nuovo nella vagina.

L’ultima fase consiste nel permettere che entrambi i partner arrivino fino all’orgasmo, ma prima è meglio fare un po’ di esercizi con la compressione. Quando l’uomo sente lo stimolo a eiaculare, la donna deve praticargli di nuovo la compressione, finché tutti e due non sono pronti per l’orgasmo.

Bisogna che entrambi i partnerrimangano sempre concentrati sul piacere delle proprie sensazioni e non sui risultati che vogliono ottenere.

Quando avrete imparato a controllarvi  nella posizione in cui la donna sta sopra, potrete provare a distendervi su un fianco. Questa è una posizione in cui per l’uomo è più facile controllare l’eiaculazionee che consente alla donna una grande libertà di movimento.

come_superare_eiaculazione_precoceLa posizione  più difficile per l’uomo per  controllare l’orgasmo è quella in cui è lui che sta sopra. Con questa posizione potrete cominciare soltanto solo quando entrambi vi sentirete sicuri di voi.

Ogni sessione dovrebbe cominciare con degli esercizi di compressione praticati mentre la donna masturba il compagno.

Una volta raggiunto un certo controllo, si avrà la tentazione di saltare direttamente al rapporto sessuale, ma dovrete aspettare ancora, in quanto, quasi certamente l’uomo eiaculeràtroppo in fretta e finirà per percepire la cosa come un deludente passo indietro.

Se invece avrete pazienza, il risultato finale non sarà solo un buon rapporto sessuale, ma un’intimità molto più stretta e aperta per la vostra coppia.

La fine delle difficoltà

Per almeno sei mesi dopo la terapia, dovrete continuare a praticare la  tecnica della compressione almeno una volta alla settimana prima di avere un rapporto completo.

Se il problema si ripresenta dovrete ripetere la compressione un po’ più spesso, ma senza allarmarsi: ogni tanto può succedere.

Nell’un per cento circa dei casi è successo che, per circa un mese dopo aver raggiunto il controllo, l’uomo tutt’a un tratto, non riesce più ad avere l’erezione: è una reazione dovuta all’attività sessuale intensa che avete avuto, quindi non allarmatevi!

Si può anche venir presi dal timore di non riuscire a tenere il passo con il partner, che potendo finalmente avere una vita sessuale soddisfacente, si aspetta altrettanto dall’altro.

Supererete anche questa fase senza difficoltà se saprete darle la giusta interpretazione.

L’eiaculazione precoce a volte si accompagna e nasconde altri problemi sessuali. Una volta curata si può scoprire che la donna comunque non riesce ad avere l’orgasmo o che può avere da sempre un rifiuto della sessualità, utilizzando le difficoltà del suo compagno per evitare l’attività sessuale; oppure può aver paura che le nuove capacità acquisite dal suo compagno finiscano per allontanarlo da lei.

Sono tutte eventualità di cui dovrete discutere e che dovrete affrontare!

In certi rari casi la tecnica della compressione scatena l’eiaculazione invece di bloccarla. Se succede, è meglio consultare un terapista.

In genere ciò succede perché la compressione è troppo leggera o viene praticata sui punti sbagliati e il terapista può aiutarvi a correggerla.

Una volta che avrete acquisito la padronanza di queste tecniche, avrete superato gran parte dell’ ansia che accompagna la sua attività sessuale.

Naturalmente questa tecnica può venir usata anche se i rapporti sono buoni, per renderli ancora migliori!

QUALI SONO LE PRIME MOSSE DELLA SEDUZIONE ?
COME CREARE L'ATMOSFERA ADATTA PER L'INTIMITA'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi