GLI UTENSILI DELLA CUCINA MACROBIOTICA

GLI UTENSILI DELLA CUCINA MACROBIOTICA

Scopri i segreti della cucina macrobiotica

Nella cucina macrobiotica gli utensili  hanno la stessa importanza dei prodotti: pentole, padelle e tutti gli utensili da cucina sono scelti e trattati con estrema cura.

La maggior parte di questi strumenti sono già presenti nelle cucine ben attrezzate, ma in al­cuni casi è necessario procurarsene di specifici.

Quelli di base comprendono: pentole e padelle.

In genere sono preferite quelle di ghisa, in cui il calo­re si distribuisce in modo uniforme, sebbene siano molto pesanti. Un’al­ternativa valida è offerta dalle pentole di acciaio inossidabile (soprattutto se hanno il fondo rinforzato) che, però, vanno sempre poste su una fiamma moderata, per non rischiare di bruciare ciò che si sta cucinando.

Sono sconsigliati, invece, recipienti e utensili di rame e alluminio, poiché tracce del metallo potrebbero contami­nare gli alimenti e il loro contenuto proteico.

Recipienti da forno otre all’acciaio inossidabile, allo smalto e alla ghisa, anche la ceramica e il pyrex sono adatti per cucinare al forno.

Gli ultimi due materiali sono, però, più fragili e bisogna evitare di esporli a calore forte e diretto, così come a repentini sbalzi di temperatura.

Coltelli: un coltello ben affilato è importante nella <a href="http://www.italiasquisita.net/un-po%E2%80%99-di-cucina-macrobiotica/”>cucina macrobiotica. Le lame in acciaio al carbonio sono le migliori, seguite da quelle in acciaio inossidabile, che però sono più fragili.

Tagliere per le verdure è consigliabile scegliere un tagliere in legno di buona qualità e di grandi dimensioni.

Se possibile, evitate di lavarlo con detersivi e acqua calda, ma pulitelo con un panno umido prima e dopo l’uso e anche tra un taglio e l’altro di verdure differenti.

Pentole a vapore la cottura a vapore è uno dei metodi migliori per far sì che le verdure conservino il sapore e il contenuto di minerali e vitamine.

Si possono acquistare set di pentole per la cottura a vapore, ma lo stesso risultato si può ottenere utilizzando un cestello per la cottura a vapore adatto alla pentola.

Qualunque sia il metodo scelto, si consiglia di utilizzare pentole di acciaio inossidabile.

Spazzole per le verdure: spazzole di setole naturali sono disponibili in tutti i negozi di casalinghi. Usate la spazzola per rimuovere i residui di terriccio dalle verdure a radice, che comunque vanno anche lavate.

Contenitori e brocche per la conservazione di alimenti secchi come noci, semi, legumi secchi, riso ecc., si consiglia l’utilizzo di contenitori sotto vuoto in materiale naturale come il vetro, la ceramica o persino il legno.

Pestelli e mortai: usate questi utensili per miscelare, rompere o pestare certi alimenti, come nel caso di noci e semi che devono essere ridotti in polvere, per preparare le salse e i condimenti per le insalate e per mescolare le erbe

Cucchiai, spatole e mestoli: si consigliano quelli di legno o di bambù, perché non graffiano le pentole e non guastano i cibi.

DIETA MACROBIOTICA: COSA MANGIARE
8 CONSIGLI SULLE ACQUE MINERALI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi