LO SAPEVI CHE GLI ESTRATTI NATURALI POSSONO ESSERE PERICOLOSI ?

lo sapevate che anche gli estratti naturali possono essere pericolosi

Certamente, non contribuisce alla vostra sicurezza il sapere che i test di tossicità sugli additivi alimentari (quando previsti) sono relativi soltanto all’utilizzazione per un tempo limitato, non considerano i possibili effetti cumula­tivi dell’assorbimento o le possibili interazioni esistenti tra gli oltre 3.500 additivi utilizzati oggi in Europa.

Alcuni ritengono che tutti gli additivi siano nocivi, tuttavia utiliz­zano nella preparazione dei cibi il bicarbonato di sodio o il lievito artificiale in polvere , che sono veri e propri addi­tivi. Inoltre, altre sostanze approvate come additivi sono parti di alimenti naturali e non dovrebbero causare problemi, salvo il caso di una specifica intolleranza alimentare.

Per esempio, nei pomodori sono presenti carotene e glutammato di monosodio, ma il carotene come colorante e il glutammato di monosodio come aromatizzante sono considerati in modo più sfavorevole se aggiunti ad alimenti conservati.

Utilizzare  estratti naturali al posto degli additivi sintetici, consente al produttore di dichiarare che il prodotto è privo di additivi artificiali, ma non riduce per questo il peri­colo per la salute.

Infatti se  soffrite di disturbi procurati da una particolare sostanza chimica, l’effetto sarà identico sia che sostanza pre­sente sia naturale o preparata artificialmente.

Se siete  interessati a una dieta sana dovete trovare un giusto equilibrio tra i rischi insiti negli additivi e quelli che potrebbero derivare da cibi eventualmente contaminati da batteri.

Potete ridurre il rischio consumando cibi che siano  elaborati il meno possibile.

Inoltre, se siete individui ipersensibili, dovrete evitare gli additivi dei quali si sospetti che possano essere causa di reazioni negative.

L’importante è che vi siano fornite adeguate informazioni sul contenuto dei prodotti, così da potervi consentire una scelta consona alle vostre esigenze.

COME EVITARE GLI ADDITIVI ALIMENTARI
COME IDENTIFICARE GLI ALIMENTI CONTENENTI ADDITIVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi