QUALI SONO I CIBI DAVVERO SANI?

quali cibi sono davvero sani

In genere, ci si aspettano benefici da quelli che si definiscono “cibi sani” e dall’integrazione di vitamine e minerali nella propria dieta.

Alcuni alimenti possiedono l’immagine tipica di cibi sani.

I cereali integrali, i legumi, la frutta secca ed essiccata e il miele, lo yogurt naturale e il formaggio molle sono tutti alimenti che vengono generalmente considerati salutari.

Inoltre vengono propagandati anche moltissimi prodotti che promettono la salute in pillole o in bottiglia e a buon mercato: vitamine, minerali e olì come integratori della dieta, GINSENG, PAPPA REALE e aminoacidi ad azione ricostituente o tonificante.

Come comportarsi di fronte a questa enorme offerta di prodotti che garantiscono tutti la “salute”?  Ma questi alimenti speciali, questi integratori e tonici, sono proprio necessari?

E poi siamo veramente sicuri che siano cibi sani? e che facciano bene davvero?

Cereali e legumi

I cereali integrali e i legumi sono senza dubbio alimenti di grande valore, che svolgono un ruolo importante nell’ambito di una dieta sana.

In effetti, rappresentano l’alimentazione di base di gran parte della popolazione mondiale. Hanno un contenuto nutrizionale simile amidi e proteine, fibre, vitamine e minerali in combinazioni e quantità diverse.

Bisognerebbe assumerne in notevoli quantità per essere certi di disporre di tutti i nutrienti necessari. E’ sempre bene consumare cereali e legumi nello stesso pasto, poiché le proteine utilizzabili in essi contenute sono valorizzate dalla combinazione dei due gruppi di sostanze.

I legumi (cioè semi contenuti in baccelli), come piselli e fagioli, quando sono secchi contengono più proteine della carne, anche se non possono essere mangiati in questa forma.

Dopo essere stati nell’acqua per l’ammollo, lavati e cotti (procedimento che consente di eliminare le sostanze dannose presenti nella maggior parte dei fagioli), il contenuto di proteine è inferiore a quello della carne; tuttavia, il loro contributo nutrizionale è ancora notevole, poiché ne contengono quasi la stessa quantità del pane.

Anche i piselli, sia freschi sia congelati, hanno un contenuto di proteine simile a quello dei fagioli; dal punto di vista nutrizionale, i piselli non sono altro che fagioli bagnati, privi però delle sostanze nocive e con l’aggiunta della vitamina C.

Noci e semi

Anche le noci, come i cereali e i legumi, contengono le quantità utili di proteine, di fibre, di vitamine (soprattutto la B, la E e l’acido folico) e di minerali (inclusi potassio, calcio, magnesio, ferro e zinco). I semi, come il sesamo, il finocchio e il cumino, hanno proprietà simili, se non che, di solito, vengono utilizzati solo come guarnizione.

L’energia immagazzinata nelle noci e nei semi è sotto forma di grassi e non di amidi (come nei cereali e nei legumi), quindi dovrebbero venire consumati con moderazione.

Poiché le noci vengono mangiate secche, a parità di peso contengono più sostanze nutritive rispetto ai cereali e ai legumi, ma dal momento che la quantità di noci assunte è inferiore, alla fine il risultato è pressoché identico.

Frutta secca e miele.

Può sembrare curioso che la frutta secca ed essiccata venga considerata un alimento ancor più sano della frutta fresca:

in effetti non è altro che frutta fresca che ha perso durante il processo di essiccazione la maggior parte dell’acqua e alcune sostanze nutritive.

La frutta più comunemente essiccata è quella zuccherina proveniente dai paesi caldi: datteri, fichi, prugne, uva, albicocche, banane, mele, pere e pesche. Viene spesso utilizzata nella preparazione dei dolci ed è preferibile allo zucchero o al miele.

Nonostante tutte le virtù attribuite al miele, solo poche sono davvero reali: esso è semplicemente poco più energetico dello zucchero.

Entrambi producono calorie, ma offrono solo quantità scarse di altre sostanze dal punto di vista nutrizionale.

Yogurt e formaggi freschi

Entrambi contengono proteine, vitamine (soprattutto vitamina B) e minerali (inclusi calcio e potassio) senza eccessi di grassi. È importante però scegliere il tipo giusto di yogurt: sconsigliabili quelli alla frutta, perché troppo dolci.

COME USARE AL MEGLIO LE SORGENTI CHE PROTEGGONO L'ORGANISMO?
COME SEGUIRE UNA DIETA EQUILIBRATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi